Circoli di fede

 Il “circolo di Lidia” negli Atti degli Apostoli 16,13-15, é un gruppo di donne riunite fuori delle mura della città per trovare un rapporto più profondo con Dio e con la comunità della vita. In che modo il “circolo di Lidia” può dare speranza o lanciare una sfida a noi religiose oggi? Nelle nostre comunità religiose siamo invitate a formare dei “circoli di fede” (o gruppi in cui si condivide la fede) non solo per sostenerci a vicenda nel cammino di fede, ma anche per darci forza l’una con l’altra nel vivere i voti oggi. In questi circoli di fede lasciamo che la Parola di Dio diventi vita nella vita quotidiana, in cui troviamo modi di esprimerla in azioni profetiche.

women singing earth Pensando ai voti nell’epoca postmoderna in cui viviamo, ci rendiamo conto che la vita religiosa non può continuare ad esistere come in passato quando, per esempio, i voti venivano vissuti non tanto come frutto di pensiero e di riflessione, quanto come adesione a concetti “meccanici” che lasciano la vita religiosa sterile e vuota, sia per chi la vive che per chi ne è al di fuori.

Questo stile di vita priva la vita religiosa della caratteristica e della funzione principale nella Chiesa, che è quella di essere una presenza profetica, di dare testimonianza e coscienza ad una chiesa che ha dimenticato il motivo e la ragione della propria vita ed esistenza.

La storia di Lidia e del suo circolo di donne serve a ricordarci che non possiamo dare testimonianza della nostra chiamata profetica senza una vita fatta di contemplazione e di ascolto profondo della Parola di Dio.

L’ospitalità generosa di Lidia è stata un’azione profetica immediata e spontanea, un segno del suo impegnarsi per Cristo e il suo Vangelo.

Sono convinta che nel mondo frammentato di oggi, è il nostro spirito mistico e il nostro senso di “appartenere a Dio” che deve aprirci agli altri e al mondo, e far sì che offriamo noi stessi, le nostre comunità e il pianeta come luogo ospitale per l’umanità e per tutto il creato.

Per me questa è una delle difficoltà più grosse delle comunità religiose oggi.

ospitalità

Suor Judette Gallares, RC

Pubblicato: Novembre 2010

IL CIRCOLO DI LIDIA

La nostra vita è sacra e irrepetibile, ricca di storie che attendono di essere ascoltate. Siamo persone di speranza. Eppure insieme alla guarigione e alla trasformazione, sperimentiamo difficoltà, problemi e dolore. Le Suore Francescane dei Poveri ospitano il circolo di Lidia e offrono la traduzione di queste storie nelle quattro lingue (inglese, italiano, francese, portoghese) così le donne di tutto il mondo possono entrare in una rete che le leghi nella condivisione delle proprie storie di guarigione e le faccia diventare strumenti di guarigione, di pace e di riconciliazione per noi e per il mondo.

logo del Circolo di Lidia

Il Circolo di Lidia rappresenta la presenza di Dio in ciascuno di noi nel nostro rapportarci agli altri. Il Circolo sarà presente, ascoltando e pregando con te...

Il nostro Dio che ama ed è fedele ci accompagna nel cammino. Questo ci rende libere e ci dà il coraggio di vivere e di raccontare una storia nuova di speranza, di amore coraggioso, di gioia e di resurrezione.

Clicca qui per leggere le storie di guarigione....

Domande per la riflessione:

Come esercizio spirituale, perché non preghi con un brano preferito della Scrittura in cui Gesù parla (come per esempio la storia di una guarigione o di un incontro di Gesù con qualcuno). Che effetto ti fa riflettere in modo nuovo su “...i valori e gli atteggiamenti di Gesù: che cosa gli stava particolarmente a cuore? Cosa gli rimaneva più impresso? Cosa lo faceva commuovere? Cosa amava profondamente?

Ti piace l’immagine del “circolo di Lidia” (negli Atti degli Apostoli 16,13-15, un gruppo di donne riunite fuori delle mura della città per trovare un rapporto più profondo con Dio e con la comunità della vita)? Se sì, perché?

COMUNITA'

Entra nella tua comunità

Username *
Password *
Remember Me