Un'esperienza di guarigione a Dara Yakaar, la Scuola della speranza

6Nel gennaio 2011 sono arrivata alla casa di formazione di Keur Mbaye Fall, alla periferia di Dakar. Ero incaricata della scuola di alfabetismo, tinteggiatura dei tessuti e taglio e cucito che si chiama “Dara Yakaar“ (Scuola della speranza). Lavoro come punto di riferimento e mi occupo del programma delle adozioni a distanza, che aiuta ragazze in difficoltà. Tante sono analfabete o non sono mai andate a scuola. Faccio parte anche dell’Associazione Nazionale per la Promozione della Donna (NAWP), che promuove l’emancipazione e l’autosufficienza della donna. Sono in Senegal dal 1985 e sono molto felice di essere una Francescana dei Poveri!

È con grande gioia che racconto questa piccola esperienza successa alla scuola:  

7Elizabeth abita con la zia. Da piccola non ha avuto la possibilità di andare a scuola ma ora fa dei corsi di alfabetismo nella nostra scuola e trae beneficio dalla formazione intellettuale e umana. Fa anche corsi di ricamo, di tinteggiatura dei tessuti e di taglio e cucito e partecipa agli sport, grazie al sostegno economico del padre (che abita in un altro Paese). Tuttavia sua zia non gestisce bene i soldi che le manda il padre di Elizabeth, li usa per altre cose e non compra i libri e le altre cose di cui la ragazza ha bisogno. 

Elizabeth non viene trattata allo stesso modo dei cugini, che vanno alle superiori e passa le giornate facendo i lavori di casa. Per fortuna i cugini hanno compassione per lei e cercano di aiutarla. L’insegnante voleva sapere perché Elizabeth non poteva comprarsi i libri e lei le ha spiegato il problema. L’insegnante ha cercato di parlare con la zia e questa le ha risposto: “Sono stanca di Elizabeth; crea troppi problemi e si comporta male”. 

8Colpita dalla situazione, l’insegnante è venuta a parlare con me. Ho cercato di aiutare la ragazza e ho pregato per lei e per la famiglia. E la Provvidenza non mi ha deluso! La mia comunità ha aiutato economicamente Elizabeth, facendo sì che fosse di nuovo felice e trovasse il coraggio di andare a scuola. Sono stata così contenta di poter aiutare Elizabeth! Ed ora riesce a frequentare la nostra scuola, che le aprirà tante porte in futuro ed è una garanzia di successo per la sua vita presente e futura.

 

9 10

Ed oggi, come Madre Francesca, anch’io mi sento un piccolo strumento usato da Dio per aiutare una persona che ne aveva bisogno. Come Suora Francescana dei Poveri la mia gioia consiste nel pregare e nell’offrire sempre la mia disponibilità a Dio perché i poveri possano trovare attraverso di me un sollievo e la capacità di ritornare a sperare.

Suor Angiolina Marino sfp e le SFP di Keur Mbaye Fall

COMUNITA'

Entra nella tua comunità

Username *
Password *
Remember Me

6 banner donazioni it

4 banner canonizzazione

banner foto MF it

1 banner celebrando it

2 banner p biblico it

3 banner preghiera it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.
Privacy e Termini di Utilizzo