Sei qui:

Formazione permanente per fasce di età

 

fpga 02


Dal 21 al 22 gennaio e dal 28 al 29 gennaio abbiamo vissuto a Vermicino gli incontri di formazione permanente: il primo appuntamento per le suore fino a 50 anni, il secondo per le suore dai 51 anni in su. In entrambi si è approfondito il tema: “Il servizio della Leadership”, continuando a riflettere e approfondire la nostra terza Chiamata Capitolare: “Accoglieremo cambiamenti in qualsiasi tappa della nostra vita come opportunità di guarigione tra noi e dentro di noi”. 

fpga 01Sono stati un grande dono i temi di Sr Sally Hodgdon, Suora di San Giuseppe di Chamery, intervenuta al primo incontro e di Sr Carmen Sammut, Suora Missionaria di Nostra Signora d’Africa, intervenuta al secondo. Queste due sorelle svolgono anche un servizio molto prezioso per tutte le consacrate nel mondo attraverso l’UISG (Unione Internazionale delle Superiore Generali): sr Carmen come Presidente e sr Sally come Vicepresidente.  Abbiamo gioito per la presenza di sr Marvi Delrivo tra noi e del tema di Sr Marina Triglia sulla leadership nelle nostre fonti carismatiche, che ci ha permesso di approfondire in chiave francescana il valore del servizio della Leadership, della co-responsabilità ed appartenenza. Molto profondi sono stati i momenti di condivisione e di dialogo.

Ascoltiamo direttamente alcune suore:

È stato un dono poterci incontrare e confrontare sui testi che raccontato le nostre origini: gli scritti di Madre Francesca, San Francesco e Santa Chiara. Questo mi ha permesso di cogliere, con gioia nuova, la mia identità francescana di sorella tra sorelle, che insieme con semplicità crescono nel donarsi reciprocamente attenzioni e bisogni, richieste d’aiuto e risposte, nella disponibilità ad amare e farsi amare, mettersi a servizio e lasciarsi servire… attingendo da quell’amore che Cristo stesso ci ha insegnato: “vi ho dato un esempio, infatti, perché anche voi facciate come io ho fatto a voi” (Gv 13, 15). A me è chiesto di partecipare a questa vita con fiducia, condividendo desideri e intuizioni del cuore, discernendo e sostenendo con la preghiera i discernimenti, certa che Dio ci guida. Sr Maria chiara Ferrari

fpga nPer raccontare qualcosa dell’esperienza vissuta durante i giorni della Formazione Permanente, apro con queste parole di sr Sally, che mi hanno colpito:

“Sono felicissima di essere una donna religiosa, la vita religiosa è proprio nell’intimo del mio essere, non avrei potuto essere un’altra persona e il nostro carisma è al centro del mio essere.”

Oltre ad avermi colpita queste parole mi hanno interrogato profondamente.  E’ vero anche per me? Questo vale anche per la mia vita? Sono grata di queste domande, perché mi sembra rispondano all’obiettivo della formazione permanente. E’ importante fermarsi a riflettere sulla propria vita, visto che il quotidiano è sempre ricco di lavoro, impegni e programmi, ed a volte è difficile trovare il tempo e lo spazio per rileggere e rielaborare il proprio vissuto.
E’ stata inoltre per me una bella novità, poter vivere un momento così, distinto per fasce di età: costruttivo, arricchente, con una profonda condivisione ed ascolto fiducioso. Sono ripartita con questo mandato che desidero custodire nel cuore e per cui desidero impegnarmi: “Per far fronte ai cambiamenti e per far sì che i cambiamenti avvengano dobbiamo essere disposte ad andare avanti e a prendere iniziative”. Sr Mara Bellutta

E' stato un weekend formativo pieno ed interessante. Dall'intervento di sr Sally, a quello di sr Marina ed allo scambio nei gruppi, tutto ha facilitato la mia comprensione del servizio di leadership. Porto con me il senso di famiglia e la possibilità di dialogare con franchezza, l'invito di sr Sally a stare nelle domande ed attendere le risposte, che possono essere diverse da quelle che io mi aspetto. Mi ha colpito “la preghiera delle madri”, nata dal desiderio di donne palestinesi ed israeliane di marciare unite per chiedere la pace. E’ una testimonianza concreta di quanto, come donne, possiamo fare, incontrandoci attorno ad un obiettivo e desiderio comune, che per noi è il carisma di guarigione, ed andare oltre ciò che ci divide per un bene che ci trascende, sta oltre noi ed è a servizio della Vita. Sr Raffaella Maresca

 

fpga 04La danza con cui abbiamo iniziato ha messo in circolo una reciproca energia. Mi ha predisposto a cogliere il nuovo. I temi di suor Carmen e di suor Marina, gli interventi di suor Marvi,  gli incontri di gruppo hanno illuminato con varie sfaccettature  la comprensione sul “servizio della Leadership”.  Ritengo un dono grande la possibilità di potersi fermare e ripartire insieme, anche grazie allo scambio nei circoli. Personalmente attraverso il tema di suor Marina ho risentito la gioia del Carisma che Dio ci ha donato, la consapevolezza di avere un immenso dono dato a ciascuna di noi e a tutte insieme. Sr Giuliana Vitale

Ho riscoperto la bellezza della figliolanza con Dio e dell’appartenenza al Carisma di Madre Francesca. L’esperienza di sr. Carmen sul ruolo della Leadership e il tema di sr. Marina sono stati per me una grande rivelazione.
Sono chiamata in prima persona a fare la mia parte per creare armonia nella comunità a cui appartengo. Ci sono anche delle frasi che mi hanno colpito particolarmente: “L’esperienza della connessione, rispondere sempre meglio alla chiamata di Dio, essere corresponsabile del Carisma, il vivere l’umiltà”. Questo essere in connessione tra di noi e con la Leadership mi ha colpito profondamente e sento che è importante continuare a costruire relazioni vere di fiducia tra noi. Sr Viera Farinelli

“Ognuna di noi nella Congregazione è allo stesso tempo leader e membro, poiché tutte condividiamo la responsabilità per il presente ed il futuro, e ciò dimostra l’importanza della partecipazione e del coinvolgimento di ciascuna di noi” (sr. Carmen Sammut)

Alcune parole chiave mi sono restate in cuore al termine dell’incontro di formazione permanente: lavoro di squadra, avere una visione, condividerla con altri per perseguirla e costruire la vita, vivere con gioia, riscoprire la nostra identità a partire dalle fonti, e soprattutto partecipazione e coinvolgimento insieme. Già lì abbiamo vissuto ciò di cui si è parlato, nella novità e gioia della condivisione; questo non può che arricchire e scaldare il cuore, far percepire e gustare la bellezza della nostra famiglia ispirata e guidata da Madre Francesca. Sr Carla Casadei

Pubblicato il 17/03/2017

fpga 03