Strada facendo vedrai

 

esp 01
esp 02

Una telefonata seguita da un invito dove semplici pennellate multicolore sul cartoncino annunciano che sr Francesca il 6 ottobre dirà il suo si per sempre  al Signore, nella famiglia delle suore Francescane dei Poveri.

Accolto da alcuni di noi della comunità di Bisconte e Cataratti,  con tanto  entusiasmo partiamo per  essere presenti all’evento. Così  il 5 ottobre dopo la celebrazione eucaristica,  ci ritroviamo nel cortile delle suore ed alle 9.30 si parte per Roma.
 Lungo il percorso abbiamo scoperto quanto simpatica fosse la compagnia il che ci ha permesso di assaporare meglio i giorni seguenti.

Il 6 ottobre assistiamo ad una bellissima celebrazione, presieduta dal Vescovo ausiliare di Napoli Lucio Lemmo che ha commosso tutti i partecipanti.
Il Signore compie sempre meraviglie ai nostri occhi e il nostro cuore attento ne ha  dato testimonianza.

Il grande giardino antistante la casa delle suore è divenuto luogo di accoglienza per circa 300 persone dove il sole di uno splendido autunno ha illuminato i vari tavoli allestiti per l’occasione con delle buone pietanze che le suore avevano preparato per il momento di fraternità quasi mondiale poiché la gente era venuta da varie parti: Italia, Africa e America.

Non è mancata la parte comica di questo viaggio: la compagnia aveva deciso di andare a visitare alcune zone di Roma, ma al ritorno non  riusciva a trovare la strada tanto che per ben 4 volte si faceva lo stesso giro, ma tutto questo ha contribuito a concludere il viaggio con tanta, tanta allegria.

Ecco alcune risonanze:


E’ stata una esperienza spirituale molto forte, ho respirato  aria di famiglia, aria di Chiesa, un senso forte di fraternità, la gioia di stare insieme nel Signore. La celebrazione  liturgia, così curata, mi ha permesso di parteciparvi con particolare  raccoglimento,  intensità. Certamente, il dono definitivo  di una persona al Signore,  è sempre  un testimonianza molto forte. D. G. T



E’ stata un’esperienza molto emozionante , sr Francesca è una cara amica, oltre al fatto ché mi ha sempre seguito in una parte del mio percorso . J.



Quello che rimane impresso, è sempre l’accoglienza che riceviamo  tutti  dalle sfp. Questa è seconda  volta che partecipo ad una consacrazione religiosa, è sempre emozionante parteciparvi. Durante il momento dell’invocazione dei santi,  ho sentito la presenza  dello Spirito Santo,  un momento culminante che mi ha maggiormente colpito, poi la festa, le canzoni, e il coro delle suore che hanno animato la festa.  S. A.sfp

E’ stata una bellissima esperienza, la prima per me. Sono felice, sto ritornando a casa ricaricata, mi sento diversa, forte  per affrontare la vita di tutti i giorni. Sono veramente contenta, la prossima quando sarà? R.

È stato  bello poter partecipare al “si  per sempre” di Francesca, durante questo  viaggio mi sono caricata dell’amicizia, con la bella compagnia di persone che sono venute per condividere questo momento. Ma anche ho avuto tempo di pregare e di prepararmi a ridire il mio si. Ripeto il mio si, sapendo che con la sua misericordia, Dio  è sempre pronto ad accoglierci continuamente. Questo “si” è stato  collettivo, espresso da gente giovane  e non, italiana, africana,  americana. Quest’esperienza mi ha  arricchito, mi ritrovo nuovo slancio,  nel farmi  compagna di viaggio, con le sorelle della mia comunità, scommettendo tutto su Dio che è l’amore. B. sfp.



Posso dire che sono partita da casa con tantissimo entusiasmo, perché per me è la prima volta che assisto ad una celebrazione di questo genere. Mi sono emozionata tanto e sono felice per sr Francesca. Ho vissuto tre giorni in fraternità, con le suore e con le mie amiche del cuore, e sono stati dei momenti meravigliosi. Una nota ultima per niente negativa,  sono state le risate fatte insieme, è stato come assistere ad un programma di teatro, per cui posso dire che è stato tutto meraviglioso. Stiamo tornando verso casa con un bagaglio pieno di notizie da raccontare.  Vorrei ripetere questa esperienza. A.



esp 03
esp 04

Questo viaggio lo porterò nel cuore sempre, perché ho scoperto tante cose belle, soprattutto l’accoglienza e la gioia che ho visto nei volti delle suore. Ho assistito ad  una celebrazione che si può definire soave. Bellissima  dal principio  fino alla fine. Devo ringraziare le suore che mi hanno dato questa possibilità. Grazie perché è stato un esperienza molto forte. M. M.

Nonostante non sia la  prima volta che partecipo a queste celebrazioni, non mi abituo  e  mi sono emozionata anch’io tantissimo. Uno dei momenti che mi ha toccato di più è stato l’abbraccio con sr Francesca e Jenny nel momento in cui venivano accolte da tutta la congregazione. È stato un ridire a me stessa la bellezza e l’importanza della vita fraterna in comunità. Un altro momento importante è stato quanto ha detto il vescovo riguardo l’impegno personale con Dio, il fatto che è lui che ci sceglie ed è lui che ci sposa. Per poter portare frutto  sia nel ministero apostolico, quindi nella chiesa, che nel la fraternità, è importante curare molto il rapporto con Dio. Il tono della festa era  internazionale, e questo  mi ha dilatato il cuore sull’umanità tutta, con la presenza delle suore del Senegal, americane, e mi ha fatto comprendere che tutta la congregazione è a servizio dell’umanità, con tutti gli amici e parenti  presenti:  un corpo che si mette a servizio dei poveri. Anch’io sono contenta dei questa compagnia di viaggio perché simpatica, allegra. Grazie a ciascuno. sr  V. R. sfp

Sono stata molto contenta dell’esperienza vissuta insieme, del viaggio comunitario, perché ho conosciuto   persone belle, solari, che vogliono condividere, che hanno voglia di vivere e gioire insieme. Il momento dell’abbraccio è sempre un momento emozionante, perché accogli nella famiglia. Partecipare  a questo tipo di celebrazioni è l’occasione per rinnovare il mio si. Sr. E.d.L. sfp

È stata un esperienza molto formativa, che mi ha dato tanti spunti di riflessione. Il momento più bello è  stato per me la consegna dell’anello, le costituzioni e la croce, mi ha fatto commuovere. Inoltre  è stato bello anche il nostro stare insieme. In particolare la gita a Roma. Ci siamo divertiti moltissimo, abbiamo riso a crepapelle. G.

Devo confessare che è la prima volta che partecipo ad una professione religiosa. Sono stato contento di farlo, mi è piaciuto molto, in particolare la lettura che ha dato il vescovo nel dire che soprattutto ora non dovete far nulla, tutto nasce dall’incontro con Gesù, dall’essere innamorati di lui e tutto il resto  viene di conseguenza. Come ‘ bella questa vita religiosa che scaturisce dall’essere innamorati del Signore. D. F.de D.

Abbiamo respirato aria pura in tutti i sensi per due giorni. Quello che mi ha colpito molto della celebrazione sono state le parole del vescovo, una persona molto semplice, dolce, che ha detto che  dove c’è unità c’è Dio, dove c’è divisione non c’è Dio. Quello che mi ha colpito della festa di Sr Francesca e sr Jenni, è vedere le suore unite,  con una semplicità, così anche le persone attorno a loro. Abbiamo vissuto due giorni  in letizia, tranquillità. Maria S.



È stata una cerimonia bellissima, emozionante, auguro a tante altre giovani di avere questa chiamata. D. S.
Io mi prenoto per la prossima consacrazione che ci sarà. M.


Bene, allora al prossimo viaggio!!!

Pubblicato: 22/01/2013

COMUNITA'

Entra nella tua comunità

Username *
Password *
Remember Me

6 banner donazioni it

4 banner canonizzazione

banner foto MF it

1 banner celebrando it

2 banner p biblico it

3 banner preghiera it

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.
Privacy e Termini di Utilizzo