Bellezza, affetto e cura per vivere con sapienza e relazionarci alla nostra Casa Comune

 

f20 05

f20 06

f20 02Le comunità dell’area italiana hanno vissuto un weekend di Formazione Continua: dal 24 al 26 gennaio a Padova si sono riunite le comunità di Casa Nazareth, Porta S. Giacomo, Casa Betania, Casa S. Elisabetta e Casa S. Chiara, mentre dal 31 gennaio al 2 febbraio a Casetta Nova si sono ritrovate le quattro comunità della zona di Roma, Casa S. Francesco, Perfetta Letizia, Casa Schervier e Casa S. Antonio.

f20 04

Gli incontri sono stati caratterizzati dalla gioia di ritrovarci e di avere fra noi Sr. Licia Mazzia e Sr. Wilma Molinari.
Grazie alla relazione di fra Antonello Fanelli ofmconv, abbiamo approfondito insieme alcuni passaggi del secondo capitolo della Laudato sì di Papa Francesco, “Il Vangelo della creazione”, strettamente legato alla nostra Direzione Capitolare e alla Prima Chiamata. Insieme abbiamo dialogato su come rendere concreto il nostro impegno per la Casa Comune e ci siamo ritrovate in sintonia rispetto ad alcune tematiche legate all’educazione per agire in modo consapevole e scegliere nuovi stili di vita, alla promozione di relazioni ecologiche, alla cura di uno sguardo contemplativo sulla realtà, alla revisione di alcuni criteri nel fare la spesa.

f20 03Siamo grate per quanto abbiamo ricevuto e siamo felici di poter condividere le risonanze di alcune di noi.

Sono grata a Dio per il weekend di formazione a Padova, che per me è stato un ritrovo di famiglia, semplice ma prezioso.
È stato forte fermarsi a riflettere e confrontarsi su argomenti delicati e importanti che riguardano la vita di tutti.
Uno dei concetti che ha subito attirato la mia attenzione è che la Terra non è una proprietà privata, io sono in relazione con Dio e il creato e in essa trovo il mio posto. Ho sentito nel cuore l’appello ad una nuova responsabilità, a prendermi cura degli altri e di tutto ciò che mi circonda: dalla cura delle relazioni personali con le persone a quella dei beni del creato.

f20 08Il grido di dolore della nostra Madre Terra spesso si fa sentire. L’impegno, dunque che prendo è quello di ascoltare quella voce e invitare gli altri a fare altrettanto. Sr. Barbara Torregrossa

Ringrazio Dio per la possibilità di essere stata insieme alle sorelle della zona di Roma e per aver condiviso la sapienza che ci è stata donata attraverso l’approfondimento di alcuni temi della "Laudato sì" e gli interventi di Sr. Wilma e Sr. Licia. Sin dall'inizio si è percepita la gioia di ritrovarsi in un crescendo di comunione e di scambio, culminata nella preghiera conclusiva, dove attraverso il simbolo di un cesto colmo di frutti siamo state invitate a fare comunione delle grazie ricevute.

f20 07Personalmente sono ripartita con la conferma che tutto si può vivere con uno sguardo nuovo, se illuminato dal nostro Carisma e, per questo, è importante avere cura delle relazioni, dell'ambiente dove viviamo, delle piccole cose di ogni giorno. Tutto e tutti hanno bisogno di me, di noi per sperimentare la guarigione delle loro ferite: l'amore di Dio attraverso il nostro Carisma possa toccare il cuore di tanti fratelli e sorelle. Sr. Antonietta Urdì

Il desiderio con cui ho vissuto questi giorni è stato di gustare al massimo ogni singolo momento. A 25 giorni dalla partenza per le Filippine posso dire che non potevo sperare in una preparazione migliore! La presenza di Dio tra noi, la conseguente fraternità, la passione di ciascuna, dalla più piccola alla più grande, per il carisma di Madre Francesca, hanno fatto sì che dal nostro essere terra molto amata uscissero frutti ... e verdure molto saporiti e buoni. Mi tengo stretta l'immagine simbolica di un fungo che vuoi un po' per la sua conformazione, un po' per ricordi d'infanzia, mi richiama la casa; CASA che in questi giorni è stata sempre accompagnata da quell'ormai gettonato aggettivo COMUNE.

f20 09Mi fa felice la certezza di questa casa comune il cui perimetro è il mondo e i cui pilastri sono l'interconnessione globale, l'inclusione solidale, l'ecologia integrale... tutte espressioni che vogliono tentare di balbettare quanto prezioso e sfidante sia il saperci in relazioni strette e vicine, tipiche di una casa. Sr. Jenny Favarin

f20 01

La Formazione continua vissuta è rimasta racchiusa nel mio animo nelle tre parole Bellezza- Affetto-Cura quale esplicitazione concreta di RELAZIONE col Creato e l'Increato.
Sono unita a Dio, Bellezza creatrice, attraverso uno sguardo contemplativo su ogni creatura verso cui sono chiamata a nutrire affetto e a prendermi cura.
Sento tanto nostra la parola AFFETTO perché fa risuonare in me la Preghiera di Colletta della Messa di Madre Francesca quando dice di “servire il Signore con AFFETTUOSO impegno nei fratelli e nelle sorelle”.

CONTEMPLAZIONE


Uno sguardo altro...


nel fugace e disperso presente.


Uno sguardo oltre...


a quello che vedo.


Una corsa del cuore

a trovar quell'impronta segreta,

ma pur rivelata,


segno indelebile di mano amorevole,


eco sottile dell'Eterna Parola

che, pronunciata,

si fa creatura

nel tempo 


e mostra, agli occhi del cuore

la divina Bellezza

del suo Creatore.

(Sr. Tina Ventimiglia)

 

Sr. Michela Refatto, Sfp

Pubblicato: 23/04/2020

 

COMUNITA'

Entra nella tua comunità

Username *
Password *
Remember Me

m gio netto

cura poveri new

ccs banner

b onlus

progetto mir orange

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter.
Privacy e Termini di Utilizzo

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database